Statistiche accessi
News 2018

News 2018

NEWS 2018 2016 2015 2014 2013
Mini sensore nel cervello per rilevare l’attività elettrica
24.10.2018 – Ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (MIT) hanno sviluppato un dispositivo elettronico di pochi millimetri in grado di monitorare, con sufficiente precisione, l’attività elettrica nel cervello o la luce emessa da proteine ​​luminescenti. Descritto su Nature Biomedical Engineering in Wireless resonant circuits for the minimally invasive sensing of biophysical processes in magnetic resonance imaging, il sensore può rilevare i segnali elettromagnetici emessi dai tessuti cerebrali, e consiste in una minuscola antenna radio che, diversamente dalla MRI nella quale essa è all’interno di uno scanner, può essere impiantata direttamente nel cervello.
Image credit: Dr. Kai-Hung Fung


Cornea biostampata in 3D da cellule staminali umane
10.07.2018 – Un team di ricercatori inglesi è riuscito a biostampare in 3D una cornea artificiale utilizzando un bio-inchiostro ottenuto da un mix di cellule staminali umane, provenienti dalla cornea sana di un donatore, addizionato con alginato (un gel derivato dalle alghe) e collagene. Presentato su Experimental Eye Research in 3D bioprinting of a corneal stroma equivalent, il risultato potrebbe concorrere a rispondere alla crescente domanda di trapianti corneali. (Image credit: RENDIA.COM)

Tessuti sintetici che si assemblano e riparano da soli
05.06.2018 – Nell’articolo pubblicato su Science in Programming self-organizing multicellular structures with synthetic cell-cell signaling, una ricerca USA ha dimostrato che gruppi di singole cellule possono auto-assemblarsi in strutture cellulari multistrato. Ingegnerizzando le cellule per rispondere a specifici segnali di comunicazione cellulare, questi tessuti sono anche in grado di autoripararsi, un risultato verso lo sviluppo di futuri organi sintetici. (Image credit: Wendell Lim/UCSF)

Biostampa: realizzare tessuti funzionali in 3D
04.01.2018 – Una ricerca giapponese ha sviluppato una biostampa a getto d’inchiostro citocompatible che consente l’utilizzo di vari bio-inchiostri per produrre idrogel con varie caratteristiche. Descritto su Macromolecular Rapid Communications in Drop-On-Drop Multimaterial 3D Bioprinting Realized by Peroxidase-Mediated Cross-Linking, lo studio apre alla possibilità di poter biofabbricare in 3D tessuti funzionali e strutturalmente complessi. (Image credit: American Chemical Society)